UNIONE NAZIONALE UFFICIALI
IN CONGEDO D'ITALIA
Sezione di BRESSANONE
 

"Il Mattino dell'Alto Adidge"
 
mercoledì 23 gennaio 2003  


A promuoverla sono state le associazioni combattentistiche e d'arma di Bressanone

Nikolajewka non verrà" dimenticata

Domanica in Duomo una messa in suffragio di tutti i caduti
   Saranno le associazioni combattestistiche e d'arma di Bressanone a ricordare la ricorrenza del 60 anniversario del tragico e glorioso evento che si consumò il 26 gennaio 1943 nella zona di Nikolajewka, in terra di Russia, con protagonisti i reparti della Divisione Tridentina. Una commemorazione che avrà luogo con una messa in suffragio di tutti i caduti. Alle ore 11.30 di domenica 26 gennaio nel Duomo di Bressanone, Mons. Carlo Milesi celebrerà la cerimonia liturgica alla presenza dei presidenti e degli associati delle diverse azzociazioni brissinesi con le rispettive bandiere di rappresentanza: dagli ufficiali in congedo, ai sottufficiali in congedo, dai combattenti e reduci agli ex internati, per finire con gli alpini dell'ANA. Durante la celebrazione verrà ricordato anche il venerabile Carlo Gnocchi, cappellano della Tridentina. "Le Associazioni - sottolinea Vittorio Pacati presidente dell'UNUCI - saranno grate a chiunque vorrà intervenire per onorare coralmente la memoria dei caduti"
 








   E così anche a Bressanone, sede fino al 31 dicembre del 2002 della gloriosa brigata alpina Tridentina, la battaglia di Nikolajewka verrà onorata.
   Una semplice cerimonia liturgica, promossa dalle associazioni combattentistiche e d'arma, viene così a coprire il vuoto lasciato dalle istituzioni militari. La cerimonia brissinese si accompagna alle altre già programmate; la battaglia sarà ricordata dall'ANA provinciale venerdì con una santa messa nella chiesa di Cristo Re di Bolzano, memtre sabato 8 febbraio si terrà a Brunico, nella caserma Lugramani, una cerimonia militare organizzata dalle Truppe Alpine
   Domenica 26, una cerimonia commemorativa avrà luogo a Brescia. Sulle mancate celebrazioni era intervenuto, nei giorni scorsi, anche il consigliere provinciale di Unitalia Donato Seppi che, al riguardo, aveva scritto una lettera al Presidente della Repubblica Ciampi.

precedente

successiva


Home Page ci presentiamo iscrizione riferimenti legislativi

Rassegna stampa

Attività Gallery links